La Banca d’Italia ha iscritto Cogart CNA Piemonte nell’Albo degli intermediari finanziari vigilati, autorizzando così il confidi piemontese all’esercizio di concessione di finanziamenti nei confronti del pubblico.

L’iscrizione, riconosciuta sulla base di specifici requisiti, è una conferma del lavoro svolto dall’intera struttura negli ultimi anni che ha consentito a Cogart CNA Piemonte di aiutare centinaia di imprese a investire nella propria attività, grazie ad un sistema forte che ha garantito e agevolato l’accesso al credito bancario.

«Siamo orgogliosi – ha dichiarato il presidente Enzo Innocente – di aver ottenuto l’iscrizione. È un risultato che ci consente di dare nuovo slancio all’attività della nostra cooperativa di garanzia che ha favorito, a partire dalla fine degli anni Settanta, la crescita e lo sviluppo di quella moltitudine di artigiani e piccole imprese che costituiscono il nostro primario tessuto economico».

«La forza del nostro confidi è essere del sistema CNA: affonda le sue radici nelle imprese socie che compongono la nostra società cooperativa» – afferma il direttore Aldo Boffa.

«La fiducia che ci riconoscono il nostro sistema e le nostre imprese ci ha permesso di strutturarci e di arrivare a compiere il percorso di iscrizione all’albo degli intermediari finanziari vigilati. Questo provvedimento, con cui la Banca d’Italia ci autorizza all’esercizio dell’attività di concessione di finanziamenti nei confronti del pubblico – conclude il presidente di Cogart CNA Piemonte Innocente – è un riconoscimento gradito per l’intenso lavoro che abbiamo svolto in questi anni  e uno stimolo per continuare in questo percorso virtuoso».