Un elenco di dieci punti per rilanciare la manifattura italiana. Lavoro, fisco, innovazione, energia, Europa. Le proposte del convegno nazionale di CNA Produzione riguardano queste tematiche. A Bologna, durante “Manifattura e mercati – Una nuova stagione di opportunità per le Pmi italiane”, è stato presentato un decalogo per il Governo e la politica italiana ed europea in genere.

  1. Conferma degli incentivi per l’occupazione nella prossima Legge di Stabilità;
  2. Esclusione dalla base imponibile dell’Irap dei dipendenti con contratto a tempo determinato e di una quota dei profitti realizzati all’estero;
  3. Reintroduzione del bonus ammortamenti per gli investimenti in macchinari a uso produttivo;
  4. Conferma e definitiva stabilizzazione sui valori attuali dell’eco-bonus nell’edilizia e dei bonus mobili;
  5. Introduzione del co-finanziamento dei processi di digitalizzazione nelle piccole imprese della manifattura per acquistare macchine a controllo numerico, tagliatrici laser, stampanti 3D e così via;
  6. Riduzione dei costi dell’energia elettrica per le piccole imprese, oggi pesantemente penalizzate rispetto ai grandi utilizzatori industriali;
  7. Sostenere gli investimenti in ricerca e sviluppo con crediti di natura fiscale persistendo la stretta creditizia;
  8. Rendere più semplice per le piccole imprese l’accesso agli strumenti comunitari;
  9. Condurre rapidamente a termine i principali negoziati commerciali a livello Ue per ridurre o eliminare le barriere tariffarie e armonizzare gli standard tecnico-normativi;
  10. Rendere uniformi gli ordinamenti giuridici dei diversi Stati europei in materia di salute e sicurezza prima di rendere ulteriormente vincolanti e restrittive le norme esistenti.

Si è poi tenuta una tavola rotonda, con: Filippo Taddei, responsabile economico del Pd; Maurizio Lupi, capogruppo Area Popolare, Camera dei Deputati; Lara Comi, vice presidente PPE al Parlamento Europeo; Remo Taricani, responsabile Individuals & Small Business Sales and Marketing, Unicredit Italia; e il nostro segretario nazionale Sergio Silvestrini. E a seguire, Gaetano Bergami, Presidente Nazionale CNA Produzione, ha introdotto l’incontro, durante il quale è stata presentata anche un’indagine realizzata da CNA Produzione in collaborazione con il Centro Studi CNA, effettuata su quasi 800 imprese. 

Leggi l’articolo sull’indagine sul sito nazionale della CNA.