Il Piemonte arriva alla finale del premio Cambiamenti con due startup: HotBlack Robotics e InSensus Project. Oggi, giovedì 30 novembre a Roma, Cna, promotrice dell’evento, 25 nuove società nate dal 1° gennaio 2013 in poi si incontreranno e,  tra loro, sarà scelta la più innovativa. Queste 25 sono le finaliste, scelte tra 711 candidate. E anche l’aumento considerevole delle società partecipanti (dalle circa 600 del 2016 alle attuali 711) segna il successo del bando.

“Il Premio è un’iniziativa di Cna Nazionale, ma come Giovani abbiamo promosso i diciotto incontri territoriali che hanno preceduto la finale nazionale perché abbiamo abbracciato lo spirito del progetto fin dall’inizio – spiega Marco Vicentini, presidente di Cna Giovani Nazionale e Cna Giovani Piemonte -. Uno dei punti qualificanti di Cambiamenti non si ferma solo alla premiazione, ma considero molto positivo che questo sia un vero e proprio percorso: un modo per far incontrare imprese innovative con alcune nostre realtà più tradizionali. Crediamo nella condivisione e nella contaminazione delle competenze, delle progettualità e dei contenuti. Vogliamo far valere la forza del network di Cna per coinvolgere le startup su tutta Italia e con questa volontà di incontrarsi e ibridarsi, credo, si potrà davvero dare il turbo all’innovazione”.

In questa finale, il Piemonte fa il tifo per i suoi due rappresentanti.

InSensus Project srls è nata due anni fa con lo scopo di sviluppare, produrre e commercializzare una innovativa tipologia di sensori brevettati per il monitoraggio strutturale, l’In-K Strain System. Le soluzioni per il monitoraggio strutturale oggi sul mercato risultano molto costose e di impiego complesso, e la maggior parte deve essere collocata durante il processo di costruzione della stessa struttura da monitorare. Per queste ragioni ad oggi solo una piccola parte di infrastrutture viene monitorata. L’In-K Strain System è stato ideato allo scopo di superare le limitazioni delle attuali soluzioni di SHM, legati principalmente alla complessità di installazione e ai costi molto elevati. Il sistema, infatti, offre un approccio completamente nuovo al monitoraggio strutturale: una soluzione standard, a basso costo e stand-alone in grado di adattarsi ai progetti custom.

HotBlack Robotics vuole democratizzare e rendere accessibile a tutti la robotica, tramite la tecnologia abilitante del cloud computing e IoT (internet delle cose): creando così la cloud robotics.

“Il mio sogno è creare un artigianato digitale – spiega Gabriele Ermacora di HotBlack -. Puntiamo a creare delle competenze digitali, ma orientate ai processi produttivi delle piccole e medie imprese. Inoltre, dobbiamo sfruttare la caratteristica del mondo digitale che punta a creare comunità e mettere in condivisione competenze e soluzioni. Una iniziativa come Cambiamenti è molto importante per il mondo delle startup perché non rappresenta solo un’occasione per avere visibilità, ma per mettersi in contatto con tutto il mondo delle piccole e medie imprese che possono diventare clienti o partner”.

Come si svolgerà l’ultimo atto di Cambiamenti? Si sceglieranno i migliori nelle tre categorie a cui è dedicato il premio: start – up del made in Italy e tradizione, start-up innovative e tecnologiche, start-up di promozione dell’Italia. Tutte le imprese hanno, appunto, meno di tre anni di attività.

Il premio nazionale prevede un premio di 5mila euro per ciascuna categoria, mentre il vincitore assoluto riceverà 20mila euro destinati alla migliore start-up dell’anno. A questi si aggiungeranno benefit, quali la consulenza dei massimi esperti di Google e di Facebook, nelle loro sedi europee di Dublino, incontri con fondi di investimento, acceleratori d’impresa e venture capitalist, formazione su fabbricazione digitale, prototipazione e nuovi strumenti di finanziamento, servizi e altre opportunità offerte dalla Cna.