E’ stato rinnovato nel tardo pomeriggio di giovedì 14 dicembre a Roma il CCNL Artigiani area Tessile-Moda e area Chimica, Ceramica, Gomma-Plastica, un contratto che riguarda circa 250.000 addetti distribuiti in 100.000 imprese.

“CNA esprime grande soddisfazione per l’intesa raggiunta dopo otto mesi di trattativa”. Lo si legge in un comunicato della Confederazione. L’accordo ha visto per la parte imprenditoriale la sottoscrizione di CNA Federmoda, CNA Produzione, CNA Artistico e Tradizionale e CNA Servizi alla Comunità Confartigianato Moda, Confartigianato Chimica, Confartigianato Ceramica, Casartigiani e Claai mentre per le OO.SS. la firma è stata apposta da Filctem Cgil, Femca Cisl e Uiltec Uil.

Parte integrante della trattativa è stata la discussione sui temi della legalità e trasparenza lungo l’intera filiera in particolare per quanto il settore moda, discussione che ha portato alla definizione di un protocollo sulla legalità e un documento sui temi della responsabilità solidale, della subfornitura e sulla concorrenza sleale da portare al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, al Ministero dello Sviluppo Economico e al Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca per condividere azioni comuni da dedicare a questo settore di primaria rilevanza per il sistema economico e sociale del Paese.

“Abbiamo colto questa occasione per ribadire il valore della filiera e la necessità di sostenere azioni per la messa in trasparenza dei processi produttivi – dichiarano dai vertici di CNA Federmoda – Questi fattori devono essere posti al centro di tutte le politiche rivolte al settore in un’ottica di sostenibilità economica e sociale e attenzione verso il consumatore.”

I dettagli
Gli aumenti economici concordati al livello di addensamento sono pari a 45 euro per l’area Tessile Moda a 48 euro per l’area chimica ceramica.
Ad integrale copertura del periodo di vacanza contrattuale è stato riconosciuto un importo “una tantum” pari a 120 euro per le imprese del tessile moda e 80 euro per le imprese della chimica e della ceramica.
Molti gli elementi innovativi del Ccnl: viene garantita maggiore flessibilità nell’utilizzo dei contratti a tempo determinato e dell’apprendistato; è stata inserita una specifica regolamentazione contrattuale che consente l’assunzione di personale con retribuzioni inferiori al livello di inquadramento previsto per un periodo di 24 mesi.

“Altrettanta soddisfazione – aggiunge la nota della CNA – esprimiamo per  la sottoscrizione nell’area Tessile-Moda di un avviso comune sulla legalità e di un documento relativo alla responsabilità solidale, alla sub-fornitura e alla concorrenza sleale da portare all’attenzione delle istituzioni competenti per condividere azioni comuni”.