Autore: Alessandro

Migliaia di imprese rischiano la chiusura. Servono ristori reali e immediati

“La nuova stretta governativa legata all’emergenza sanitaria, seppur motivata dalla priorità di garantire la salute, rischia di mettere definitivamente al tappeto interi settori dell’economia italiana, innescando una crisi sociale pericolosa e senza precedenti nella storia repubblicana. CNA chiede ristori reali commisurati alle perdite subite, immediati e destinati a tutte le imprese interessate dal provvedimento in aggiunta alla sospensione delle cartelle esattoriali, alla cancellazione dell’Imu, ai crediti d’imposta per affitti e bollette, alla cassa integrazione per i dipendenti. Alle 400mila imprese della ristorazione, del cinema, del benessere, degli eventi, del commercio e del turismo, direttamente colpite dal Dpcm, va aggiunto...

Read More

Coprifuoco diurno: misure di ristoro urgenti e tamponi rapidi. Gli artigiani non possono fermarsi

“Bisogna assolutamente scongiurare un nuovo lockdown: le aziende e le attività artigiane devono continuare a lavorare”. Il Presidente della CNA Piemonte Fabrizio Actis commenta  gli ultimi provvedimenti regionali e nazionali assunti per difendersi dall’aumento dell’epidemia di Covid-19. “Per questo motivo – dichiara il segretario regionale della CNA Piemonte Filippo Provenzano – riteniamo urgentissimo predisporre e mettere a disposizione i tamponi rapidi come strumento di screening diffuso e continuo, indispensabile per l’operatività delle nostre aziende. Lanciamo un grido d’allarme per le attività artigiane di servizio alla persona e della ristorazione colpite da questo coprifuoco diurno. Ora sono quantomai necessarie e...

Read More

Nuovo DPCM: il quadro delle restrizioni

E’ stato firmato nella notte il nuovo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri. Le misure saranno valide da domani, lunedì 26 ottobre 2020, al 24 novembre 2020. Ecco le principali misure contenute nel documento: NUOVO QUADRO DI RESTRIZIONI ⚠️ RACCOMANDATO DI RIMANERE NEL COMUNE DI RESIDENZA: È fortemente raccomandato a tutte le persone fisiche di non spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non presenti nel Comune; 🔢 CARTELLI NEI LOCALI CON NUMERO...

Read More

CNA, la prima assemblea nazionale all digital: Scatto d’orgoglio

Appuntamento sabato prossimo, 24 ottobre, con la prima Assemblea nazionale CNA in versione interamente digitale. Diecimila artigiani, piccoli e medi imprenditori saranno collegati in streaming da tutta Italia. L’evento sarà trasmesso in diretta dall’Auditorium della sede nazionale di Roma. Un evento unico per misurare la temperatura politica ed economica dell’Italia in un momento particolarmente difficile. Le motivazioni per esserci sono tante, ma una su tutte prevale: sarà un’assemblea che metterà al centro i temi cruciali riguardanti il ruolo e il futuro di milioni di artigiani e imprenditori. La loro intraprendenza, il loro fare-impresa è imprescindibile per rimettere in moto il tessuto produttivo...

Read More

CNA Fita: con Mobitaly, bus privati al servizio del pubblico e delle scuole

“Sui nostri mezzi si viaggia in sicurezza con un sistema di ricircolo d’aria simile a quello degli aerei. Possiamo garantire massima sicurezza”. Sono queste le parole di Piero Figus nel descrivere alle telecamere del TG3 Piemonte l’iniziativa MOBItaly che CNA Fita Piemonte insieme alla Fondazione Links ha messo in cantiere per mettere a disposizione dei servizi pubblici anche i loro mezzi privati. Si tratta di una iniziativa che ha attirato l’attenzione dei media e non solo, soprattutto perché si rivolge al mondo della scuola. Come ha ribadito anche il presidente della Regione Alberto Cirio, quello del trasporto scolastico è...

Read More

Dpcm , Silvestrini (CNA): “Apprezzabile il tentativo del Dpcm di coniugare tutela della salute e sopravvivenza delle imprese. Ma va ripristinato il confronto tra istituzioni e associazioni di rappresentanza”

“CNA ritiene senz’altro apprezzabile il tentativo perseguito dal Dpcm annunciato domenica sera dal presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, di coniugare la tutela della salute dei cittadini e la sopravvivenza di tantissimi laboratori, negozi, attività di piccole imprese. Le imprese, peraltro, non avrebbero meritato una ulteriore limitazione delle proprie attività dopo essersi dimostrate con successo autentici presidi anti-virus”. A dichiararlo Sergio Silvestrini, segretario generale della CNA. “Mantenere in azione le attività produttive e ridurne la capacità in maniera più limitata di quanto trapelato alla vigilia del Dpcm – sottolinea Silvestrini – è stato un segnale di interesse e di fiducia...

Read More

“Nuove restrizioni porterebbero la ristorazione al collasso.  Gli operatori rispettano i protocolli in modo rigoroso”

Le ipotesi di nuove strette ad orari e attività nel settore della ristorazione rischiano di portare al collasso una importante filiera dell’economia. E’ fondamentale salvaguardare la salute delle persone e la tenuta del sistema sanitario ma il comparto della ristorazione non è certamente fonte di contagi. I ristoratori rispettano le norme ed i protocolli, nonché tutte le prescrizioni igieniche nei confronti dei propri collaboratori, dei fornitori e soprattutto verso i clienti. Nel settore della ristorazione e dell’HORECA più in generale ci sono atteggiamenti e comportamenti rigorosi, ma in molti casi affiora la disperazione come nei segmenti del Banqueting e...

Read More

“Evitare restrizioni per acconciatori ed estetiste: a rischio le imprese e un favore all’abusivismo”

La piaga dell’abusivismo è in continua espansione nel settore dei servizi alla persona. Gli ultimi dati Istat confermano il dilagare di un fenomeno che mette a repentaglio la salute dei cittadini e la tenuta degli operatori che rispettano le regole, tanto più in questa fase di emergenza sanitaria nell’assicurare l’osservanza dei protocolli. Nel 2018 il tasso di irregolarità di acconciatori e centri estetici risultava pari al 27,1%. Si tratta del valore più alto osservato tra i vari settori e che supera di gran lunga quello medio nazionale (14,2%). Le imprese regolari del settore sono oggi chiamate a convivere con...

Read More