Il Premio Cambiamenti prosegue il suo viaggio nei territori. Dopo Novara e Biella, è arrivato Alessandria.

Giovedì 6 settembre, nella sala Viotti della Camera di Commercio, la presentazione del premio Cambiamenti è stata l’occasione per discutere di come fare impresa, di iniziativa giovanile e di startup, tutto proiettato sul territorio alessandrino.

“Quest’anno l’aria è cambiata – ha affermato il vicepresidente regionale dei Giovani Imprenditori di CNA Enrico Vaccarino -. Il Premio Cambiamenti si presenta per comunicare come CNA sia di supporto ai giovani e al di là di questa occasione, si sta puntando a mettere in rete le esperienze di tutto il Piemonte per un lavoro che inizia oggi, ma vuole percorrere tanta strada. Noi siamo dalla parte di quegli imprenditori che grazie alla pianificazione, ai bandi cercano in questo periodo di post crisi di mettere soldi e pensieri nelle proprie aziende. Se voi avete sogni da portare avanti, noi possiamo aiutarvi a trasformarli in risultati concreti”.

Al di là della presentazione del bando, prorogato fino al 30 settembre, l’appuntamento alessandrino si è trasformato in una vera e propria tavola rotonda.

Per sostenere le imprese occorre cambiare la mentalità e la Camera di Commercio, come ha confermato Massimo Pasquariello, ha intenzione di farlo.

E’ stato molto apprezzato anche l’intervento di Flavio Mignone dell’Università Avogadro del Piemonte Orientale (Dipartimento di Scienze e Innovazione Tecnologica). “Occorre – ha detto – mettere in moto la tripla elica che vede insieme Impresa, Università e Istituzioni. Solo con l’interazione forte di questi tre fattori si può pensare a un rilancio dei territori”.

La serie di interventi, sotto il coordinamento del segretario alessandrino di CNA Paolo Ventura, è continuato con la testimonianza di tre esperienze che sul territorio di Alessandria stanno lavorando per l’avvio e il sostegno alle startup: Ingegni srl,  Reseau Entreprendre e Lab 121.