L’arte può scaturire da incontri, anche casuali. È la storia di questa collaborazione nata tra artiste e artigiane per raccontare un progetto, un talento e tredici storie. La presidente di CNA Impresa Donna Piemonte Rosanna Ventrella, imprenditrice del settore informatico, svela per un weekend il suo lato artistico e, insieme alla stilista italo-argentina Luisa Del Vecchio, sarà protagonista della mostra: “La donna effimera. Abiti e manichini”.

La liason è stata resa possibile da un’altra donna straordinaria, la presidente di CNA Vicenza Cinzia Fabris, che ha deciso di inserire l’evento nel programma del Make in Italy Festival.

L’appuntamento è per sabato 8 e domenica 9 giugno (dalle 10.30 alle 19) nelle Scuderie del Castello di Thiene (Vicenza).

Per tutto il fine settimana, infatti, Thiene ospita la seconda edizione di una rassegna dedicata al futuro dell’impresa, con l’intento di esaltare i legami tra sostenibilità ambientale, digitalizzazione, valore del territorio. Ventrella l’anno scorso ha aderito alla manifestazione come imprenditrice del mondo digitale, partecipando a un panel sull’impresa 4.0 ma in questa edizione cambia decisamente pelle.

La mostra raccoglie tredici manichini “in fin di vita”, firmati Rosanna Ventrella, salvati dalla discarica e poi ripuliti, trattati e divenuti trionfo di realizzazioni tutte diverse tra di loro in termini di materiali, tecniche e creatività. Al loro fianco, altrettanti abiti frutto di altrettante sperimentazioni della stilista Luisa del Vecchio. “Se nel modello a cui siamo abituati ai manichini tocca il ruolo discreto di esaltare l’abito senza distrarre l’osservatore, qui è l’esatto opposto: la scena è tutta per la loro eleganza breve ed immortale – spiega Rosanna Ventrella, presentando l’evento -. I manichini sono donne effimere, per pochi secondi o minuti, o per il tempo che noi dedichiamo a loro, guardandoli, osservandoli e rendendoli Donne in quel frangente, anche per un solo attimo. Ma un attimo di bellezza unica e sublime”. Manichino, come Mannequin in francese e in inglese significa “indossatrice”. È il simbolo che incarna il nostro ideale di Donna e di Femminilità nel momento della sfilata. Donna, sì, ma effimera. Perché “effimera” è una parola che oggi ha un’accezione negativa ma in realtà incarna la brevità e accentua la preziosità e la bellezza speciale, fugace perché momentanea”, conclude la presidente di CNA Impresa Donna Piemonte.

Quella di Thiene è una vera e propria première, un debutto in questo nuovo ruolo per Ventrella e per Luisa Del Vecchio che, conosciutesi grazie alla CNA Impresa Donna, hanno avviato questa inedita collaborazione. Ma si tratta solo di un debutto. Il format, infatti, sarà replicato a breve.

Questo slideshow richiede JavaScript.